Tour dell’Argentera

Tour alla scoperta della regina delle Alpi Marittime

Organizza la tua gita
Tour dell’Argentera

Informazioni

Periodo

Da giugno a settembre

Difficoltà

Trekking impegnativo

Livello

Zona

Alpi Marittime

Tour alla scoperta della regina delle Alpi Marittime: l’Argentera 3290m. Si trova nel cuore della Valle Gesso, all’interno del Parco Naturale delle Alpi Marittime. La leggenda vuole che sia separata dal suo amato, il Re Monviso, ed è destinata ad osservarlo da lontano per l’eternità, circondata da altissime montagne come il Monte Matto che, come fieri cavalieri, la proteggono dalle avversità. È adatto a chi possiede una buona base di allenamento alla camminata in montagna. Organizzazione e accompagnamento a cura di Globalmountain Guide Alpine Cuneo con la presenza di una Guida Alpina UIAGM per tutti i tratti alpinistici ed un Accompagnatore di Media Montagna.

Programma

PRIMO GIORNO: TERME DI VALDIERI- RIFUGIO MORELLI BUZZI

Ritrovo di buon mattino a S.Anna di Valdieri (ore 08:00) con l’Accompagnatore di Media Montagna. Un piccolo briefing a perfezionare il materiale in dotazione di ognuno, trasferimento a Terme di Valdieri da cui inizia il tour.

Terme di Valdieri è una località turistica nota fin dai tempi dei romani per la qualità dell’acqua termale che sgorga dal sottosuolo; anche il Re Vittorio Emanuele II decise successivamente di creare un vero e proprio complesso touristico-termale.

Il nostro tour inizia con la salita al Rifugio Morelli Buzzi lungo il caratteristico vallone del Lourousa. Fin da subito verremo colpiti da un canale nevoso che scende verticale tra le imponenti pareti del Monte Stella e del Gelas di Lourousa. Si tratta del famoso canale di Lourousa, che impressiona al solo sguardo; ed è proprio per questo motivo che è molto amato dagli alpinisti passati e presenti che, nel corso del tempo, si sono cimentati nella sua meravigliosa ascesa.
Cena e pernottamento nel caratteristico Rifugio Morelli Buzzi.

Dislivello: +900m

SECONDO GIORNO: RIFUGIO MORELLI BUZZI – RIFUGIO REMONDINO

Risalite le pietraie che circondano il rifugio ci spingiamo verso il colle del Chiapous, che ci regala una vista spettacolare sull’immensa diga del Chiotas e sul rifugio Genova. Di fronte, il maestoso Monte Gelas, con il ghiacciaio più meridionale delle Alpi che si staglia sullo sfondo. Giunti al Rifugio Genova risaliamo il Vallone delle Rovine passando a fianco del Lago Brocan di colore verde smeraldo. Vaste pietraie ci conducono verso l’omonimo passo dietro il quale ci aspetta il Lago di Nasta, ghiacciato per la maggior parte dell’anno. Di qui, in breve, si scende al Rifugio Remondino dove passeremo la notte. Il panorama che si può godere dalla terrazza del rifugio è sconfinato, con linee di monti che si perdono all’orizzonte.

Dislivello: +1150m

TERZO GIORNO: RIFUGIO REMONDINO – RIFUGIO BOZANO

Dal Rifugio Remondino, su comodo sentiero, in circa un’ora si scende verso i pascoli di Pian della Casa, circondati dalle belle cime di Fremamorta e di Bresses. Si prosegue poi in discesa lungo il Vallone della Valletta, raggiungendo il Gias delle Mosche dal quale si riprende a salire inoltrandoci nel Vallone dell’Argentera. Il percorso è entusiasmante:  mano mano che si sale, ci si sente sovrastati dalle imponenti pareti dell’Argentera prima e del Corno Stella dopo. Si arriva all’accogliente Rifugio Bozano, meta di arrampicatori e alpinisti.

Dislivello: +850m, -850m

OPZIONE SALITA ARGENTERA: per i più intraprendenti è ora possibile – in alternativa al percorso sopra citato – effettuare l’ascensione alla Regina delle Alpina Marittime: l’Argentera, che con i suoi 3.297m, offre uno spettacolare percorso su roccia. Si sale dal Rifugio Remondino, su tracce di sentiero, fino ad arrivare al Passo dei Detriti. Da qui si percorre la lunga cengia orizzontale in piena parete sud, che con piccoli passaggi di arrampicata ed un ripido canalino attrezzato con corde fisse, porta in cima. Rientrati dalla vetta dell’Argentera si compie la traversata della Bassa della Madre di Dio che in circa 2h ricongiunge il gruppo al Rifugio Bozano.

Difficoltà: PD-

Dislivello: +900m

QUARTO GIORNO: RIFUGIO BOZANO – TERME DI VALDIERI

L’ultima giornata del trekking si conclude con una gita spettacolare ed unica, lunga e con alcuni seppur brevi passaggi che possono richiedere l’assistenza della Guida con l’ausilio di una corda. L’escursione conduce dapprima ad attraversare i versanti occidentali della Punta del Souffi per entrare nella parte alta dell’omonimo vallone dove si trovano i resti del relitto dell’aereo del re Saud d’Arabia, qui precipitato nel ’61 e sulla cui vicenda ancor oggi si narrano leggende in valle e non solo. In seguito, per erti canali erbosi e talvolta detritici, si raggiunge la Punta Stella 2.567m. Il panorama da questa vetta è veramente unico sull’Argentera e tutte le Alpi Marittime. La discesa verso Terme di Valdieri si svolge dapprima in terreno ripido fino al Bivacco Varrone e successivamente su comodo sentiero, transitando presso i Lagarot di Lourousa, luogo meraviglioso.

Dislivello: -1300m, +550m

Materiale necessario

Sacco lenzuolo, abbigliamento tecnico a strati (maglia termica lunga o corta, maglia pesante a maniche lunghe, piumino, guscio anti vento e pioggia), eventuale ricambio, pila frontale, medicine o farmaci personali, borraccia, cappellino, crema solare, guanti leggeri, scarponi da montagna, cibo (barrette energetiche, gel, cioccolata,…), cerotti o compeed per eventuali vesciche ai piedi.

La quota comprende

  • n. 3 pernottamenti in rifugio
  • trattamento di mezza pensione (cena e colazione)
  • accompagnamento e assistenza della guida di media montagna UIAGM per tutta la durata del programma
  • accompagnamento della guida alpina UIAGM il 4° giorno per i passaggi alpinistici

La quota non comprende

pranzi, bevande, extra tutto quanto non espressamente indicato alla voce “include”

Per eventuali informazioni contattaci al +393356726008

Oppure via email all'indirizzo promotion@globalmountain.it

Contattaci su whatsapp

Richiedi altre informazioni

    Acconsento all’utilizzo dei miei dati personali secondo quanto stabilito dalla Privacy Policy

    Altre attività

    Trekking delle Cinque Terre e Porto Venere
    26-27 MAGGIO NOVITA'

    Trekking delle Cinque Terre e Porto Venere

    Tra i pittoreschi borghi marinari della Liguria

    Giornata in Falesia

    Giornata in Falesia

    Progredire con l'aiuto delle Guide Alpine